Le attività di Ricerca e Sviluppo rientrano tra le attività principali di Vastalla, che le effettua con convinzione ed in maniera continuativa.

La Ricerca e Sviluppo assume una valenza strategica per Vastalla e genera un importante vantaggio competitivo.

La Ricerca e Sviluppo viene condotta:

  • conto terzi
  • in proprio e per uso interno

Vastalla partecipa anche a progetti di Ricerca e Sviluppo collaborativa con partner europei ed extra-europei usufruendo delle opportunità offerte da programmi della Commissione Europea quali il 7° Programma Quadro ed Horizon 2020.

Nel campo della Ricerca e Sviluppo, Vastalla effettua attività di co-design, ovvero quelle attività condotte insieme al Cliente e tese alla progettazione, sviluppo, prototipazione e test di un nuovo prodotto o servizio. Il co-design è effettuato nell’ambito di un accordo di condivisione del rischio (risk-sharing) e dei profitti (profit-sharing) tra Vastalla ed il Cliente.

Principali progetti di Ricerca e Sviluppo

AstroChemical Origins (ACO)

Vastalla partecipa al progetto AstroChemical Origins (ACO), co-finanziato dal programma Horizon 2020 della Commissione Europea, il quale ha due obiettivi principali:

  1. svelare la storia del Sistema Solare, usando la composizione chimica dei sistemi planetari simili a quello Solare e comparandola con quella primordiale dei corpi del Sistema Solare
  2. addestrare una nuova generazione di ricercatori in grado di affrontare questo problema altamente interdisciplinare e che sia in grado di comunicare la Scienza ad un pubblico più ampio

Vastalla lavora insieme all’Istituto di Planetologia e di Astrofisica di Grenoble (Francia) utilizzando tecniche di Intelligenza Artificiale (AI) per affrontare la sfida.

Spatial Attention and Motor Awareness in Altered Gravitational Environments (GRAVITO)

Il principale obiettivo del progetto Spatial Attention and Motor Awareness in Altered Gravitational Environments (GRAVITO) è quello di investigare gli effetti acuti di input gravitazionali alterati in specifici stadi di attenzione visiospaziale e consapevolezza motoria durante Voli Parabolici. Cambiamenti dell’attenzione spaziale involontaria o volontaria e della consapevolezza motoria indotta da esposizione a micro- e iper-gravità durante Voli Parabolici saranno misurati usando consolidati paradigmi sperimentali che non sono stati mai usati prima nella ricerca Spaziale.

Vastalla realizzerà ed opererà gli equipaggiamenti utilizzati per condurre esperimenti di neuroscienze durante i Voli Parabolici.

Use-It-Wisely (UIW)

Il progetto Use-It-Wisely (UIW) ha investigato un nuovo modello di business che implementa un adattamento continuo del Prodotto-Servizio attraverso una sequenza di miglioramenti incrementali.

Use-It-Wisely ha dimostrato che l’agilità del Prodotto-Servizio e l’estesa vita di funzionamento che sono realizzati in questo modo sono più fattibili in termini di costo, di tempi e di impatto ambientale che grossi ed infrequenti aggiornamenti.

Sistemi e Tecnologie per l’Esplorazione Spaziale (STEPS)

Il progetto Sistemi e Tecnologie per l’Esplorazione Spaziale (STEPS) ha avuto lo scopo di studiare nuove tecnologie che possano essere utilizzate per l’esplorazione spaziale, sia robotica che umana, con particolare riferimento alla Luna ed a Marte.

Vastalla ha lavorato:

  1. sullo sviluppo di metodologie e strumenti IT di supporto al design ingegneristico multidisciplinare;
  2. sullo sviluppo di un’innovativa Interfaccia Uomo-Macchina (Human Machine Interface) adatta ad un contesto di esplorazione lunare o marziana.

Smart MeterIng for Local Energy Optimization (SMILE-O)

Vastalla ha partecipato al progetto Smart MeterIng for Local Energy Optimization (SMILE-O): il progetto era focalizzato sullo smart energy monitoring in ottica prosumer (producer-consumer). Parte del progetto è consistita di un dimostratore che prevedeva un aerogeneratore (pala eolica) connesso alla piattaforma di gestione dell’energy monitoring.

Vastalla si è occupata, oltre che della piattaforma di gestione dello smart energy monitoring, anche di integrare dati meteo locali al fine di prevedere nel breve termine l’output reale della pala eolica.